Via gli oligarchi dalla tv italiana

8 Ott

La nostra nuova causa filantropica rischia di essere persa in partenza, ma noi non ci arrendiamo e ve la proponiamo tutta d’un fiato. Vogliamo eliminare dalla tv italiana quei personaggioni ingombranti che sono più temibili degli amici di Putin, più potenti di Silvio perché manipolano cervelli, più scoccianti di una zanzara che ronza nelle orecchie alle tre di notte e che piuttosto che sentirla ancora la supplichi di pizzicarti. Parliamo di quelle persone che ormai ci hanno stracatarotto con le loro facciacce e i loro culoni, quei rompi che sono partiti facendo i giornalisti, le mogli di giornalisti o le vallette e hanno finito per impossessarsi dei palinsesti della tv generalista.
Basta con Maurizio Costanzo, che quel cazzo di Show omonimo lo aveva chiuso illudendoci di esserci liberati di lui una volta per tutte e invece, non solo lo ha riaperto, ma si è impossessato totalmente del Teatro Parioli e ha tentato l’assalto anche al Brancaccio, lo si sente in radio di notte, lo si vede su Sky e mo’ spunta fuori anche su Telenorba. L’età della pensione l’ha raggiunta ormai da un pezzo, ma perché non lascia spazio ai giovani, visto che gli piacciono tanto, e si mette da parte? Se la noia gli fa paura lavori dietro le quinte, scriva altri libri, ma levi quella trippa dal piccolo schermo.
Basta con Maria De Filippi e le sue storie tra lo strappalacrime e il coattume. Solo perché è la moglie di Costanzo non è che deve comportarsi esattamente come lui. Mi direte che è ancora giovane per la pensione, e va bene, continui a lavorare, ma a UNA TRASMISSIONE! Perché deve averne tre? E due quotidiane peraltro. Che poi son sempre le stesse palle, sempre gli stessi personaggi idioti che lei crea e tutti vorrebbero distruggere.
Basta con Antonella Clerici, le sue tette ballonzolanti (che oggi più che mai rischiano di scoppiare) e i suoi capelli orrendamente ossigenati. Simpatica? Solo in apparenza, visto che licenzia bravi lavoratori soltanto perché trattano male il suo fidanzato raccomandato che gioca tutto il giorno alla play station infischiandosene di chi lavora davvero e si è  portato tutta la famiglia in Italia per farla mantenere alla sua Antonellina. E lei, pur di non perdere il posto alla Prova del cuoco registra le puntate in anticipo per quando nascerà suo figlio e non potrà lavorare. Instancabile sì, ma noi invece ci siamo stancati della sua faccia fintamente angelica. Si faccia da parte, rinunci a qualcosa, non sta mica morendo di fame che si mette a lavorare quando è in cinta e con 45 anni sul groppone.
Basta con Barbara D’Urso e Paola Perego, con ‘ste tipe che pur di non invecchiare si gonfiano qualsiasi cosa, che vogliono restare gggiovani (sì con tr g) e belle e soprattutto diventano sempre più scassam@@@.
Basta con Simona Ventura, quella sua vociastra e qui vestiti terribilmente succinti che incutono paura a chi le sta davanti perché sembra che le stiano per partire le protesi che ha nelle tette. Quel suo attengiamento scocciato con al gente normale e leccaculo con i vip suoi amici è irritante.
E ci potrebbero rientrare pure Carlo Conti e Gerry Scotti in questa categoria di gente che non si accontenta di una trasmissione sola. Sono le aziende che li sfruttano perché fanno ascolto? Ancora peggio, sono aziende di incapaci allora, che non sanno inventarsi niente di nuovo e non riescono a creare nuovi personaggi. Ma perché non ascoltano l’unico vero genio della tv italiana, Fiorello? Lui sa dosare le suo performace, sparisce e si va vedere allo stesso tempo, basta un suo spot per far divertire, sa improvvisare come pochi e ha detto chiaro e tondo a tutti quanti che la televisione di oggi è VECCHIA e, aggiungiamo noi, per vecchi, mentre i giovani si devono rifugiare nelle serie tv e nello sport, che però circolano soprattutto sulla pay che non tutti si possono permettere. Adesso che Mike Bongiorno e Pippo Baudo stanno cominciano lentamente a capire che arriva il momento di farsi da parte, ora che la Carrà è tornata, ma dopo essere stata via per un bel po’, leviamoci dalle balle anche tutti gli altri.
Non ci sentirà nessuno, lo sappiamo, ma intanto noi rendiamo nota la nostra disperazione nella Rete.

Un’arrabbiata Maria Giuditta

Una Risposta to “Via gli oligarchi dalla tv italiana”

  1. Valentina Clemente 02/12/12 a 01:51 #

    direi che non è cambiato nulla negli ultimi 4 anni…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: