Un giorno di ordinaria follia: Paolo Mari

22 Feb

Come Michael Douglas – nella sua unica prova degna di nota – Paolo Mari è decisamente impazzito. Passo indietro, in un Grande Fratello sonnecchiante tenuto su solo da due zoccolette fuggite da un locale a luci rosse ecco che quei simpatici geniacci di Endemol mettono in casa due uomini: uno sembra una versione 2.0 del cumenda Trieste-style, l’altro sembra uscito da Cioè e Top Girl, lo guardi e pensi… ma quanto cacchio è figo questo! E dopo qualche giorno l’idraulico ex top-model – che si dice abbia perso il suo lavoro patinato un po’ per il suo brutto carattere, un po’ per l’elevato numero di negroni e di cocaina – dà di matto. Un po’ come teorizzava il mito Barney Stinson nel suo grafico cartesiano dedicato alle donne matte ecco che arriva Paolo Mari. Una sera parla di complotti e – a ragione – si incazza, ma la mattina dopo nella casa di Cinecittà, provincia delle Seychelles (ma alle 14 facevano gli stessi 10 gradi che facevano a San Giovanni???)  successe l’irreparabile ed ecco che l’ex sexy idraulico segue le gesta di William Forster e cade nel vortice della follia. Mentre quei buontemponi preparano una palla per giocare una partitella all’italico giuoco calcio e ci iniziano a giocare tralalllalla ecco che la palla colpisce il visino del bell’uomo… E da lì APRITI CIELO! Inizia a dire che non lo rispettano e aizzato a dovere dall’insopportabile ormeggiatore ecco che dice:

“Visto che qui fanno tutti il loro comodo, vi darebbe fastidio che io facessi la cacca in giardino?

Ed ecco che il buontempone di Alberto gli risponde:

Basta che la raccogli!“.

Ecco che l’ira di Paolo lo porta a pronunciare una frase magnificamente nonsense: Cago in giardino perché sono un pezzo di merda!“.
Se pensate che con questo scambio di battute al fumilcotone si concluda la faccenda vi sbagliate… Tornato nella casaaaa (ahimé non più di bignardiana memoria) si denuda! Sì si DENUDA! E se essere in pelotas di fronte a parte del benpensante belpaese non fosse già molto, eccolo che minaccia di defecare e pisciare allegramente nei letti dei suoi malcapitati coinquilini, in un atto che lo fa assomigliare al quel mostro di comicità di Ferdinando Caretta. Ma ecco una specie di teoria per spiegare la follia del SI Paolo Mari:

  1. Il Mari si aspettava un momento di celebrità come un Salvo o un Milo qualsiasi, invece, per colpa dell’unico neurone che naviga triste, solitario y final nel cervello della biondina svampita di Laura-Barbie, eccolo entrare dopo l’incrocio fra Medioman e il Cumenda, perdendo a causa dell’unico blackout della storia del Gf i suoi agognati quindici minuti di celebrità;
  1. Il Mari si fa notare subito per la sua presunta spigliatezza, ci prova con la suddetta Barbie, che non ha occhi che per quellolìdi Triestechelavalescarpeconlochampagne, un altro duro colpo per il Mari;
  2. Una sera in preda ai deliri di onnipotenza mentre Siria ammette alla biondina idiota che secondo lei il suo nome dovrebbe essere Giulia, il nome della figlia del Mari (I COMPLIMENTI DAVVERO! Ma una domanda anche la figlia caga allegramente in giardino????), l’uomo vittima di un orgoglio che manco in Sicilia esce fuori dalla stanzetta del campeggio per decerebrati ed eccolo inveire con chicchesia… sempre per colpa della biondina!
  3. Il Mari da sempre veniva deriso ai campetti di sabbia per la sua nota alta statura… Eccolo a 14 anni già misurare 190 cm e farsi apostrofare dagli stronzetti dell’oratoio come “piede di banana“, la partitella organizzata dagli amicicici della casa del GF ha riaperto in lui quella ferita.
  4. Il Mari si vede continuamente contrastare dall’urticante galletto Alberto e come si sa… due galli non possono stare nello stesso pollaio! Un altro duro colpo per il vanesio e narcisista Mari

Di fronte a cotanta follia e a un uomo nudo solo al comando non c’è altro da dire che Federica Rosatelli sta a Paolo Mari come Hello Kitty sta a Er Canaro! Una parola di sostegno alla povera piccola Alessia Marcuzzi, che dopo questa qui probabilmente smetterà di parlare di bifidus exsensis.
Ecco a voi ordinarie follie a confronto: Paolo Mari vs. William Forster, can you spot the difference?

Spaventosamente vostra,

Maria Erasma

22 Risposte to “Un giorno di ordinaria follia: Paolo Mari”

  1. rossella 24/02/09 a 21:53 #

    trovo la tua recensione (se così si può chiamare…) altezzosa, superba e presuntuosa…utile solo a dimostrare (a te stesso forse) la tua cultura con esempi che solo tu e la tua ristretta cerchia di amici coltissimi capite.
    Non faceva ridere anche se ci hai provato più volte. A tratti un po’ penosamente.
    in più, per inserire PER FORZA tutto il latino e la storia che conosci, è difficile da leggere e da seguire.

    dammi retta: cambia mestiere…oppure renditi conto che chi ti legge ha voglia di sapere cosa è successo, non di sapere quanto sei intelligente e colto. Bravo…applauso

  2. bradipina 25/02/09 a 18:22 #

    Cara Rossella, se vuoi sapere cosa è successo leggi altri siti (alcuni sono linkati nel post stesso). Qui non si informa, si CAZZEGGIA! E si cazzeggia come pare e piace a noi. La fille de poche è una maga nel mischiare trash con pillole di cultura. Se a te piace solo il trash sono fatti tuoi! E poi sinceramente dubito che questo post sia incomprensibile, cita cose che l’italiano medio conosce. Se poi qualcuno non capisce vuol dire che è sotto la media come quei dementi che partecipano al Gf e non sanno come si scrive “scuola”, pensano che “sonno” sia un sostantivo femminile e altre mille vaccate di questo genere fatte vedere dalla Gialappa’s…

  3. il matto 26/02/09 a 13:15 #

    Quel Paolo è pericoloso e va rinchiuso. Io, se fossi stato nella casa, mi sarei chiuso in bagno per la paura e non sarei uscito fino all’esclusione del suddetto. Ma alla signorina Rossella del primo commento le son tornate all’improvviso?

  4. rossella 26/02/09 a 15:49 #

    La signorina Rossella del primo commento ha un apparato riproduttivo perfettamente funzionante e una cultura perfettamente nella media (come puoi notare non ho elencato tutti i filosofi/scrittori/registi e attori che conosco).
    Ha semplicemente espresso il proprio parere, cosa che voi, dall’altro della vostra cultura suprema non siete stati in grado di accettare. Ripeto: quella recensione faceva schifo. come vedete è una frase che possono comprendere tutti al contrario dei vostri scritti.

  5. bradipina 26/02/09 a 18:07 #

    Guarda, cara Rossella, che sei stata tu per prima a non accettare il parere di qualcun altro, perché il post della fille de poche questo è: il suo parere e niente di più. E poi, ciccia, un po’ sotto la media sei, dài… come puoi definire quel post una recensione?! Ma sai che cos’è una recensione???

  6. rossella 26/02/09 a 21:43 #

    bradipina, il tuo nome dice tutto….
    leggi la prima frase del mio commento prima di aprire bocca e di definirmi sotto la media…

  7. lafilledepoche 27/02/09 a 00:42 #

    Sì, forse non sarai sotto la media questo sì, ma non sapere cosa sia un post…. La cosa spaventosa è che invece di parlare del serial killer che è entrato nella casa di Cinecittà, preferisci perdere tempo a parlare del mio stile e robe del genere… Accetto la critica, ma non credi che di fronte a gesti del genere parlare di me sia riduttivo? Darmi dell’altezzosa e della superba non distoglie forse l’attenzione sul gesto assurdo di un padre di famiglia che si è messo a nudo (letteralmente) di fronte a un paese intero? Credo – visto che sono altezzosa e superba te lo posso dire – che dovresti concentrare la tua attenzione su tutto questo e non su di me…

  8. rossella 27/02/09 a 00:45 #

    l’attenzione non va concentrata sullo psicopatico entrato, ma sui selezionatori che no nsi sono resi conto che tale Paolo soffre di evidenti disturbi della personalità ,astinenza o altro… e a riprova dell’errore commeso nel farlo entrare e del pericolo a cui sono stati esposti gli altri inquilini della casa, è stato impedito alla Gialappa’s band di parlare ulteriormente di Paolo e dell’episodio. Non credo lo vedremo molto il televisione.

    Come vedi parlo con cognizione di causa…

  9. lafilledepoche 27/02/09 a 00:53 #

    Ma questo perché non è stato il tuo primo commento? Lo dico sul serio hai montato una polemica assurda e sterile sul nulla per poi scoprire che la pensi come me… era davvero necessario?

  10. rossella 27/02/09 a 00:56 #

    io non ho montato NESSUNA POLEMICA…io ho solamente alzato la mano per esprimere il mio parere sul MODO in cui è stato scritto il tuo post. è stata bradipina ad aprire la polemica.
    Io non ho mai detto di non pensarla come te.
    non mi sono mai espressa in favore o contro le tue idee. mi sono solo espressa riguardo il modo di esporle.

    e nessuno di quelli che mi ha giudicato si è mai domandato come la pensassi su Paolo…

  11. bradipina 28/02/09 a 17:40 #

    Rossella, hai usato due volte la parola “recensione”… post proprio non ti veniva?! Cmq, rompi parecchio, non abbiamo capito che cappero vuoi, perché prima dici una cosa e poi ritratti, schiarisciti le idee va…

  12. rossella 28/02/09 a 17:43 #

    oddio, scusa Bradipina se ti ho offeso utilizzando BEN due volte “recensione” al posto di “post”…

    non si capisce TU cosa vuoi! perchè ti sei messa in mezzo ad una discussione che NON ti riguardava?

    Ho solamente espresso un’opinione su un POST (così sei contenta) e salta fuori che NON SI PUO’ FARE…bisogna essere tutti d’accordo.

    Allora facciam così: (per amore di Bradipina che forse si metterà tranquilla) la recensione è un post, mi è piaciuta un sacco, è davvero molto interessante, ben scritta, facile da comprendere, non noiosa e scorre via che è un piacere.

    Contenta Bradipina??

  13. lafilledepoche 28/02/09 a 18:28 #

    Adesso ho capito, Rossella, la nostra era una lite e Bradi ci ha separate…. Per piacere Rossella, Bradi è la coautrice di

  14. lafilledepoche 28/02/09 a 18:31 #

    Adesso ho capito, Rossella, la nostra era una lite e Bradi ci ha separate…. Per piacere Rossella, Bradi è la coautrice di questo blog, i nostri post quasi sempre li scriviamo a quattro mani quindi ha il pieno diritto di parlare e sparlare. Nessuno vuole farti cambiare idea, la tua opinione è importante, ma un’altra volta attieniti un po’ di più al contesto… Ti faccio un esempio non vai al teatro a vedere Beckett pensando di andare a Zelig, non senti gli u2 pensando che siano Nino D’Angelo, quindi ti basta leggere un altro post del nostro blog – o se preferisci in rossellese recensione – per capire qual è il nostro stile… Detto questo, commenta tutte le recensioni che vuoi. Saluti, lafille

  15. rossella 28/02/09 a 18:37 #

    ripeto: non siete in grado di accettare i commenti o le critiche.
    perchè allora non vi scambiate i post privatamente tu e bradipina e la smettete di renderlo pubblico se poi non volete sapere cosa la gente pensa di voi? è un rischio che avete accettato di correre.

  16. bradipina 28/02/09 a 20:34 #

    potremmo fare una classifica delle peppie che passano da nostro blog… saresti sul podio…😉

  17. rossella 01/03/09 a 07:25 #

    siete proprio delle commari… infatti sitete voi due nel vostro piccolo mondo…

  18. Frida 02/03/09 a 21:32 #

    Ma visto che voi siete ben informate, ma è vero che è stato rinchiuso? No, perchè per la prima volta il Gf è utile a qualcosa…ora chiudere ben e buttare la chiave!

    A me piace il sarcasmo del post-recensione, ma tipo io che non ci capisco una pippa di latino da chi me lo faccio tradurre?

  19. lafilledepoche 02/03/09 a 21:42 #

    Ciao Frida, grazie fa bene sapere che ci sono ancora le nostre estimatrici, ma scusa dove sarebbe il latino? baci, la fille

  20. marco 06/04/09 a 01:30 #

    Mh, mi sa che Rossella ha ragione, vi seguo in silenzio da tempo, e vi apprezzo perchè no, ma effettivamente non gli avete concesso una risposta degna… peccato pensavo che cultura e apertura mentale facessero il paio.
    Marco

  21. marco 06/04/09 a 01:31 #

    però c’e pure scritto di non prendervi sul serio…🙂

  22. bradipina 06/04/09 a 01:36 #

    Ecco, bravo marco, il secondo commento è ok! L’avviso c’è da sempre, ce lo trasciniamo dai nostri blog precedenti…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: