Il compare con il broncio: Louis Garrel

19 Apr

Seguendo a ruota il post dell’altra commare, questa volta con il suo placet, eccomi a eleggere l’ennesimo compare francese, signore care questa volta si tratta di Louis Garrel. Come dire un predestinato, figlio di un regista engangé e dell’attrice Brigitte Sy, e come se non bastasse anche il nonno del piccolo Louis è un attore. Se tutto questo pedigree vi ha messo un tarlo nell’orecchio, pensate che a battezzare il pupetto è un mito de la fille de poche, il sempre stupendo e inconfondibilmente triste Jean-Pierre “Antoine Doinel” Léaud.  Louis nasce a Parigi il 14 giugno del 1983 e questo lo rende più piccolo della fille e della bradi. Inizia a recitare quando ancora io avevo cinque anni e anche lui, visto e considerato che siamo coetanei. Con qualche piccola differenza, mentre fra i miei avi posso orgogliosamente elencare una donna che zappava la terra e sono nata e cresciuta a Reggio Calabria, quest’uomo vanta fra i suoi avi cineasti da generazioni ed è cresciuto nel quartiere latino di Parigi. Lo stesso quartiere del maggio francese e dove probabilmente il generale Jarjayes non avrebbe mai mandato Lady Oscar a fare delle commissioni. Mentre io ho frequentato una scuola sgangherata, senza porte, palestre e strutture, il bel Louis frequentava un liceo (ovviamente) figo della città delle mille luci, lo stesso di Simone de Beauvoir, Louise Bourgeois, Jean Cocteau e per abbassare un po’ livello Charlotte Casiraghi. Nel 2002, mentre io mi lattariavo per gli esami di psicologia cognitiva, quest’uomo recita nel film della svolta, il primo di una lunga serie sul maggio ’68, The Dreamers di (inchino) Bernardo Bertolucci. In cui assieme alla sorella Eva Green (ok sorella di finzione, ma non è difficile sapere che mestiere abbia scelto di fare Esther, la sorella di Louis),  si mette in casa Michael Pitt, dopo averlo raccolto a una proiezione della Cinémathèque.  Due anni più tardi eccolo di nuovo a reinterpretare lo stesso periodo diretto dal padre, ne Les Amants Réguliers un film di tre ore in bianco e nero con sole venti pagine di copione. Attratta dalle critiche e dal titolo, la fille piccola studentessa di francese di livello A1 decise di affittarlo, non l’avesse mai fatto. Il film non sottotitolato l’ha quasi uccisa e da quel momento sogna di avere lo stesso taglio di capelli di Clotilde Hesme. Dopo questo e anche natural durante diviene l’attore feticcio di Christophe Honoré, ed ecco che ha come madre (e che madre) Isabelle Huppert, come fratello Romain Duris, è protagonista del più classico ménage à trois, o anche à quatre nello stupendo Les Chansons d’Amour e poi eccolo professore d’italiano, sì professore d’italiano in La Belle Personne mentre rende bella e poetica anche la canzone dal testo più idiota del mondo: Sarà perché ti amo dei Ricchi e Poveri, oltre che scopri che puoi avere mille  Franco Battiato o De André, ma quello che varca i confini dello stivale e viene etichettato come vera musica italiana sono queste kistcherie. Nel rimandarvi al sito ufficiale del bel Louis e ricordarvi che dal 2002 è fidanzato con Valeria Bruni Tedeschi vi lasciamo a uno splendido video che lo ritrae alle prese con canzoni kitsch e situazioni umilianti.

Louis versione prof

Louis versione prof

Louis tout simplement

Louis tout simplement

Perché il compare della settimana? Perché con quel broncio, con quell’aria perennemente incavolata, per quel suo neologismo (che vuol dire mignoni) e perché solo lui poteva dare un senso a una canzone cheesy dei Ricchi e Poveri.

Mignonamente vostra,

Maria Anna

3 Risposte to “Il compare con il broncio: Louis Garrel”

  1. la merla 02/04/10 a 11:47 #

    Ecco l’ultima…come se non bastasse
    Farà un film sempre con il papà: una storia d’amore ed amicizia particolare, la difficile relazione tra un pittore (Louis) e un’attrice, Monica Bellucci….

  2. MaryG90 10/08/10 a 21:58 #

    Il mio compare preferito😉 Bellissimo post!

Trackbacks/Pingbacks

  1. Il compare hacker: Julian Assange « Le Commari - 08/12/10

    […] doti intellettuali, tanto che l’abbiamo comparizzato. Sì, lui come un Bocanegra o un attore francese qualsiasi, lui è il nostro nuovo […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: