5 cose che puoi fare nell’arco di tempo sprecato per scegliere il filtro di Instagram

22 Ott

Cose da fare invece di scegliere i filtri di Instagram

Anche se non siete maniaci di Instagram e lo usate magari solo una volta a settimana per pubblicare la foto del vostro gatto che fa un facepalm o di vostra nonna che usa l’iPad come vassoio per posarvi la dentiera, avrete notato che scegliere il filtro giusto è un vero rompicapo. Nel momento in cui ve li ritrovate tutti davanti entrate in confusione, andate proprio in crisi perché Amaro è caruccio, ma forse Mayfair è meglio. O magari Hudson fa più al caso vostro, per non parlare di Brannan. Oppure evviva il bianco e nero, ma con Inkwell o Willow?!?

Insomma, per scegliere il filtro giusto possono volerci anche ore, ore buttate perché in realtà, qualunque filtro usiate, alla fine la foto sarà sempre una figata, come se l’aveste scattata con la migliore delle reflex (sarà per questo che Instagram è il social degli hipster per eccellenza). E allora ecco che le Commari vi vengono incontro e vi suggeriscono cinque cose che potreste fare nell’arco di tempo che invece sprecate per scegliere il filtro di Instagram

1) Guardare su Youtube un tutorial per imparare a fare una crema anticellulite con mostarda, fave ed escrementi di roditore

2) Fare il troll sul profilo di un social network di un vip a caso (e a cazzo)

3) Convincere tre amiche a girare una versione 2.0 del video di Sugli Sugli Bane Bane

4) Chiamare uno dei vostri contatti preferiti e, con accento scozzese, fare lo spoof della telefonata di Desmond a Penny

5) Ricreare in scala 1:100 il labirinto del Minotauro e ammaestrare un criceto ad attraversarlo (lo stesso i cui escrementi servono per la crema anticellulite)

Fotograficamente vostre,

Maria Hefe e Maria Walden

P.S.

Detto questo… Le Commari su Instagram rispondono al nome di chiarettap e wbradipina

Annunci

2 Risposte to “5 cose che puoi fare nell’arco di tempo sprecato per scegliere il filtro di Instagram”

  1. michiamoblogjamesblog 22/10/13 a 16:18 #

    io sarei per chiamare i nomi dei filtri, così uno poi ci pensa su meglio ed evita di sentirsi un genio della fotografia…ad esempio io li chiamerei “babbo di minchia” “rincoglionito” “vecchio in casa di cura”…ecco nomi del genere…

  2. bradipina 22/10/13 a 16:31 #

    meraviglia… sarebbero anche ben più sensati di quelli che ci sono ora!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: