Archive | febbraio, 2011

Sanremo mio malgrado….

16 Feb

Boicottiamo il Festival, ma fino a un certo punto. Una di noi due commari (chi vi scrive, sigh) è costretta a seguire ogni singola sfaccettatura della festa della musica  nella città dei fiori… suo malgrado. Già, perché, da commare, penso che il festival sia morto da un pezzo (nel 1957 quando Tenco si suicidò perché la sua splendida Ciao, amore ciao arrivò ultima) e per anni l’ho guardato solo perché c’erano gli ospiti stranieri.
La legge del contrappasso, però, si è abbattuta imperterrita su di me e ora mi vedo costretta per lavoro a seguire questa palla di programma, in cui si ascolta un tipo di musica che a me, abituata ai Ramones e ai Franz Ferdinand, mai e poi mai potrà piacere.
I primi dati d’ascolto sono stati ottimi, questo conferma l’idiozia degli italiani, li stessi che ci costringono a sorbirci un’edizione interminabile del Grande Fratello, il cinepanettone ogni anno e i programmi idioti di Maria De Filippi.
Per quanto riguarda la prima serata, ho visto che molti hanno accolto con entusiamo la canzoncina di Luca e Paolo: bel segnale, però vadano a ripetizione da Elio per capire come si fa satira…
Gianni Morandi a tratti mi faceva un po’ pena, si emozionava per nulla e Belén e la Canalis che cercavano di fargli forza sembravano proprio le sue badanti.
Per il resto, la Oxa probabilmente l’hanno eliminata per la pettinatura, lo stesso dicasi per la Tatangelo, che non doveva assolutamente mettere in mostra quelle orecchie. Se il meccanismo è quello dell’anno scorso, però, è probabilme che ce le ritroviamo tra i tre finalisti!
Max Pezzali è invecchiato vistosamente e questa è la nota più triste, visto che gli 883 sono uno dei primi gruppi di cui abbiamo comprato le audiocassette (rigorosamente contraffatte) quando andavamo alle medie, intonando durante le gite scolastiche i vari Hanno ucciso l’uomo ragno e Come mai.
Il fatto che Al Bano sia andato avanti conferma l’anzianità del pubblico sanremese, mentre Patty Pravo, come dice il signor Giorgio della Gialappa’s, è una che vive serenamente la propria vecchiaia… La sua faccia non ha più sembianze umane!
Non ho capito se ci sono stati ospiti ieri sera, se sì, non me ne sono proprio accorta.
Belli i vestiti delle vallette, ma malissimo sia loro due sia il conduttore: mettono veramente l’ansia e sono totalmente inadeguati al ruolo.
Abbiamo saputo che tra gli autori c’è anche Federico Moccia e questo si aggiunge alla nostra lista come 11° motivo per cui bisognerebbe boicottare questo Festival, anche se probabilmente combattiamo contro i mulini a vento.
Il mio ultimo commento è sull’odiosa trovata della Clerici: ora che ha finito di sfruttare i figli canterini degli altri sfrutta la sua pargola?!?
Alla fine Sanremo è sempre la solita solfa, almeno Pippo Baudo si inventava le incursioni di qualche folle ogni tanto. Invece siamo costretti a vedere i soliti tuxedo, i soliti abitoni firmati, mai nessuna valletta vestita magari da stracciona e senza trucco, mai nessun cantante che impazzisce e si getta sul pubblico appisolato dell’Ariston, mai nulla di nuovo insomma.
Le canzoni, non essendo per nulla il mio genere, nemmeno mi azzardo a giudicarle. Una cosa è certa: non comprerò nessun disco di questi qua…

Un vecchio scapigliato e le sue badanti di lusso

La vostra annoiata Maria Dantessa

Jesse Eisenberg – Il compare sociopatico

1 Feb

Jesse Eisenberg, ovvero il marito perfetto della commare bradipina. Piccoletto, pallido, geek e quindi anche un po’ sociopatico.
Questo si evince dalle interviste che ha rilasciato qua e là durante la presentazione di The Social Network, bel film con otto nomination agli Oscar 2011, una delle quali è proprio quella come miglior attore protagonista per Jessino nostro, che però se la dovrà vedere con Javier Bardem, Jeff Bridges, ma soprattutto Colin Firth e James Franco che sono tra i nostri compari preferiti.

Tornando a Jesse, nonostante il nostro amore per la Spagna, stiamo dalla sua parte nella polemica a distanza che ha scatenato con El Hormiguero, programma a cui ha partecipato con i fidi Justin Timberlake e Andrew Garfield, facendosi prendere in giro allegramente come molte altre star di Hollywood, salvo poi lamentarsene durante un’intervista al Conan O’Brien Show. Questa intevista ve la riportiamo qui di seguito perché è tutta da ridere e soprattutto fa capire che quella con gli spagnoli non è affatto una polemica, ma solo una battuta. Diciamo che quelli de El Hormiguero ci hanno marciato un po’ su

Che dire dunque di un ragazzo che racconta che il successo gli ha cambiato la vita solo perché ora ha più gatti nel suo striminzito appartamento a New York e che ha un team di psicoterapeuti al seguito? Lo hanno definito il più sexy geek al mondo ed è vero: è semplicemente adorabile!

E un altro motivo per cui ha fatto breccia nel cuoricino delle commari è che ha un innato talento comico, che si è visto non solo nelle inteviste di cui vi abbiamo già parlato, ma soprattutto nella recente apparizione al Saturday Night Live, dove ha dato prova della sua abilità anche come stand up comedian e ha scherzato (finalmente) con il vero Mark Zuckerberg e con un altro idolo di bradipina, Andy Samberg.

Geniale anche la parodia della versione americana di Skins, con gli attori costretti a pubblicizzare i prodotti piazzati nel programma e con la battuta sul nostro Belpaese quando parlano di giovani vagine”: basta pronunciare queste parole per far scattare subito il riferimento a Ruby e al nostro Premier Silvio Berlusconi, con la pubblicità al sito http://www.berlusconiisinnocente.net. Purtroppo il video non ve lo posso far vedere perché l’odiosa Nbc me lo censura…

Gli manca solo una cosa per essere il compare perfetto: liberarsi di quella vecchia della sua fidanzata!

Quant'è bello quando fa lo stronzetto

Ci piace anche con i capelli lisci

Con tanto tanto tanto tanto tanto tanto tanto tanto amore,

un’innamorata Maria Jessica