Archive | musica RSS feed for this section

Il Coro dell’Armata Rossa ovvero la versione macha di Glee…

4 Feb

Coro dell'Armata Rossa

Avete presente Glee e in particolare The Warblers, i fringuelli della Dalton, scuola tutta al maschile in cui una volta militavano Kurt Hummel e Blaine Anderson? Ebbene, abbiamo pensato subito a loro (in versione Ivan Drago) quando ci siamo imbattute nei videoclip del Coro dell’Armata Rossa.
Ci aveva già stupito tempo fa, ospite di una trasmissione tv italiana (San Remo, con il nostro idolo Toto Cutugno!), ma i video… i video, signore commari, sono degni delle migliori popstar per ammiccamenti e mossettine. A volte si spingono addirittura a fare dei balletti veri e propri. Continua a leggere

Paola e Chiara, in memoriam

3 Giu

Dite addio ai top di pelle e a playback fuori sincrono, le sorelle Iezzi, alias Paola e Chiara, lasciano la musica: “Non siamo capite“, hanno tuonato così su Feisbuk. Paola e Chiara non ballano più, non sperano più nell’amore, non ammiccano più e non si strusciano più in canzoni e video dedicati ad arte amatorie con la K, non si vestiranno più allo stesso modo e non canteranno più all’unisono (ok questo non lo fanno da tempo). Alle due milanesi resta solo la speranza nell’amore, ricordiamo la loro quasi ventennale carriera in cinque pezzi meravigliosi (meravigliosamente trash). Sorelle Iezzi ci mancherete, voi eravate le vere Commari della musica!

paola e chiara

Le sorelle Iezzi, quando erano comprese

Continua a leggere

L’importante è esagerare, la nostra top 5 delle canzoni di Enzo Jannacci

30 Mar

Le Commari oggi sono un po’ più tristi: se ne è andato Enzo Jannacci, uno dei pochi grandi geni rimasti nel nostro fottuto e bistrattato Paese. Un cardiologo (mica l’ultimo dei fessi uno che ha collaborato con Barnard, il chirurgo che per primo eseguì un trapianto di cuore), un cabarettista, un attore, un cantautore, un tifoso milanista: cioè spiegateci come uno la mattina può operare e la sera cantare Vengo anch’io no tu no. L’unica ragione è essere geni, ma in questo caso, grazie a Dio, Enzo Jannacci era iper compreso. E mentre sogniamo che la “portiera si apra” ed Enzo nostro torni in mezzo a noi, vi proponiamo la top 5 delle nostre canzoni preferite di Enzo Jannacci.

Enzo Jannacci

Continua a leggere

The Voice of Italy: bello, ma date la conduzione alla Di Domenico

27 Mar

Carolina Di Domenico The Voice of Italy

Le Commari sono sempre molto prese dalle loro serie tv e difficilmente trovano il tempo di guardare la tv italiana, ma non potevano perdere The Voice of Italy e il motivo principale è uno e ha un nome e un cognome: Raffaella Carrà.

Nostra Signora delle Commari è un motivo più che valido per guardare qualsiasi trasmissione tv, noi la veneriamo e stiamo ottenendo la conferma che abbiamo ragione ad adorarla perché a The Voice è irresistibile, con i suoi commenti sulla “figaggine” dei concorrenti, i suoi siparietti con Piero Pelù, il suo look da rockettara e il suo “feeling” (è il tormentone del programma).

Tra l’altro non ci dispiacciono neanche gli altri giudici: Noemi è la più insicura, ma una figura come lei ci voleva per attrarre i giovani, il povero piccolo Cocciante all’inizio non lo voleva nessuno, ma probabilmente nella sua squadra c’è già il vincitore. Continua a leggere

Sanremo 2013: un tripudio di Elii, Cincotti e… Nardinocchi

17 Feb

Luciana Littizzetto e Maria Nazionale

Seppur separate da molti chilometri e spesso impegnate a lavorare, Le Commari hanno vissuto insieme tutte e cinque le serate sanremesi e hanno commentato, grazie al caro e indispensabile Skype, quasi ogni dettaglio.
Chiaramente non erano sole, ma accompagnate dalle “dolci” voci dei Gialappi… (ma solo per le ultime tre sere). Ancor prima che il trio malefico cominciasse la sua trasmissione, bradipina e la filledepoche avevano già i loro tormentoni. Continua a leggere

Manupuma ti amiamo perché ci porti profumo di rivolta!

1 Feb

Manupuma

Febbraio è iniziato e in Italia questo mese è quasi sempre sinonimo di Sanremo (tranne quelle poche volte, mi pare, che è iniziato a marzo).
Quest’anno, a differenza di quanto abbiamo fatto in passato, non vogliamo parlare male del Festival, perché se vi andate a rileggere il post con cui spronavamo tutti a boicottare quello del 2011, scoverete in fondo la firma Maria Fabia e Maria Luciana.

Per questa edizione, dunque, non possiamo proprio lamentarci, visto che ci sono i due conduttori che volevamo, ma soprattutto gli unici cantanti italiani che ascoltiamo (e per i quali ovviamente facciamo endorsement): Elio e le Storie Tese e il compare Raphael Gualazzi, che DEVONO arrivare primi e secondo o secondi e primo (piacciono anche a Castaldo).
Anche gli altri non sono male, da Cristicchi a Silvestri alla Molinari, ma i nostri preferiti restano quelli.

Non sappiamo se la cantautrice di cui vi stiamo per parlare si sia presentata o meno a Sanremo, ma vi possiamo dire che, oltre ai due citati prima, è l’unica italiana presente nella playlist della commare che scrive. Continua a leggere

Cantantelli, imparate dai Ricchi e Poveri!

14 Set

Una notizia di rilevanza internazionale che ha oscurato il topless di Kate Middleton: i Ricchi e Poveri hanno pubblicato il loro nuovo album Perdutamente amore, a dieci anni da Parla col cuore e celebrano i loro 40 anni di carriera, costellati da un grande successo in tutto il mondo e oltre 20 milioni di copie vendute.

Non scherziamo quando parliamo di notizia di rilevanza internazionale, perché la commare bradipina l’ha appresa proprio da un sito straniero, anche se poi si è accorta che anche alcuni italiani (ma pochissimi…) l’avevano pubblicata.

Ad ogni modo, ciò che più di tutto ha colpito le commari (oltre ai 20 milioni di dischi venduti…) è il meraviglioso video che i Ricchi e Poveri hanno girato per lanciare il loro nuovo lavoro. Una lezione per tutti i videoclip di merda che circolano su YouTube fatti dai cantantelli usciti dai talent show, ma anche da alcuni grandi della musica italiana.
Un video brioso, ironico, con una trama un po’ confusa, ma chiarita dai fumetti. Ma soprattutto, noi, che per anni e anni abbiamo utilizzato praticamente come intercalare l’insulto “Sei più inutile dell’uomo con i baffi dei Ricchi e Poveri”, grazie a questo capolavoro lo rivalutiamo alla grande, perché questo video si regge interamente sulle sue meravigliose facce.

Al bando quelle lagne che ci propinano oggi, viva i Ricchi e Poveri (autori peraltro dell’inno commaresco Mamma Maria)! Continua a leggere